Loading...
it

Ivan Catellani

“… fotografare è soprattutto rinnovare lo stupore, come si osserva il mondo in uno stato adolescenziale.” (Luigi Ghirri)

Amici

Gruppi

Condividi

Newsfeed

  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Fiamma Magnacca
    Non calpestiamo le diversità! Settimana della Memoria per tutte le vittime di violenza, discriminazioni e guerra.
    Fiamma Magnacca
    Fiamma Magnacca Vero, infatti per me colui che calpesta è un fuggitivo dentro sempre, anche prima di usare la sua violenza che sia verbale o fisica. Grazie per aver colto il messaggio.
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 18:54
    repliche _INVALID_TS_
    Mario Vani
    Mario Vani Ciao Fiamma, immagine significativa che lancia un profondo messaggio di pace ed uguaglianza. Bella l'inquadratura e la composizione con la nitidezza già in primo piano ad introdurre l'attenzione sui particolari. Ciao, Mario
    Piace · Risposta · 0 piace questo · 5 ore fa
    repliche _INVALID_TS_
    Maurizio Berni
    Maurizio Berni ..Ciao Fiamma, " quelli" purtroppo non cambieranno mai, in un certo qual modo "aiutati " da chi non raccoglie tempestivamente le prime avvisaglie, dopo il "fatto" tutti intervengono, così è la nostra legge...uno scatto significativo che dovrebbe far riflettere chi di dovere, ma....scusami per il ritardo mo ho avuto qualche problema, un caro saluto, Maurizio...Ciao Fiamma, " quelli" purtroppo non cambieranno mai, in un certo qual modo "aiutati " da chi non raccoglie tempestivamente le prime avvisaglie, dopo il "fatto" tutti i...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · 3 ore fa
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Mirko Fambrini
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani La statua sembra ammonire la povera signora intenta ad osservarla, anzi a suggerirle di andarsene di là...mentre quella dietro con la faccia mesta pare chiedersi il perchè !!!  Io la vedo così e mi piace per questo. Un saluto. Ivan
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 18:37
    repliche _INVALID_TS_
    silvia baroni
    silvia baroni bravo mirko , la signora sembra ascoltare quel che ha "da dire " la statua in primo piano , mentre quella dietro appare quasi rassegnata e in subordine , molto simpatica ciao silvia
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 18:52
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Pietro Collini
    ANDANDO VERSO LA MONUMENT VALLEY
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Uno splendido BN dal sapore analogico ci mostra la bellezza e la grandiosità di questo paesaggio americano. La strada in curva diviene elemento capace di condurre l'occhio dell'osservatore attraverso l'intero frame. Il cielo con le nuvole drammatiche diventa ulteriore elemento di pregio della scena. Condivido la scelta di non aver fatto combaciare gli estremi della strada con i vertici del frame come giustamente suggerito dalle regole della composizione. Complimenti, uno scatto che mi piace molto. Un cordiale saluto. IvanUno splendido BN dal sapore analogico ci mostra la bellezza e la grandiosità di questo paesaggio americano. La strada in curva diviene elemento capace di condurre l'occhio dell'osservatore attraverso ...Vedi altro
    Piace · Risposta · 1 piace questo · Ieri, 18:35
    repliche _INVALID_TS_
    marco deriu
    marco deriu ciao Pietro, bellissimo il paesaggio ma quello che più mi interessa e mi piace è il B/N, ottimo risultato  in tutte le sue declinazioni , mi piace.  ciao MArco
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 21:07
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Mario Vani
    Scale e Pareti. Leica M6 + Summicron 35mm + ilford IP4. Buona domenica, Mario
    Alessandro Cucchiero
    Alessandro Cucchiero Infilzata alla perfezione al centro dei quattro quarti. Bella! :ok_hand::wave:
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 15:11
    repliche _INVALID_TS_
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani La figura perfettamente "impallinata" al centro della scena laddove convergono tutte le linee guida. Importante il contrasto tra la parte in luce e quella in ombra della scalinata a dare spessore alla scena. Piacevole rivedere la grana della pellicola... Meritata vetrina. Complimenti. Ciao. Ivan La figura perfettamente "impallinata" al centro della scena laddove convergono tutte le linee guida. Importante il contrasto tra la parte in luce e quella in ombra della scalinata a dare spe...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 18:20
    repliche _INVALID_TS_
    marco deriu
    marco deriu ciao Mario, sono sicuro che avrai preso tutte le misure prima di scattare, tutto è perfetto e che dire del B/N... ma che te lo dico a fare, sai già tutto. un salutone Marco
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 21:09
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Ester Di Stefano
    Vibrazioni
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Mi piacciono molto queste immagini di riflessi multipli attraverso diversi strati di vetri e specchi in quanto si generano immagini surreali e dalle caratteristiche pittoriche. Prova tecnica per me ben riuscita. Un saluto e buon w.e. Ivan
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Elis Bolis
    Giuseppe Contino
    Giuseppe Contino Penso che sia l'Adda , non posso non farti complimenti per questa fotografia , oltre alla splendida presentazione del luogo si sente un amore per questo fiume ,ho anch'io un fiume vicino ,a qualche decoina di km , nella bassa bresciana ,si tratta del fiume Oglio , ho fatto una uscita qualche tempo fa, devo ripeterla , anche se sarà difficile egugliare queste epiche immagini , buone cose cordialmente BeppePenso che sia l'Adda , non posso non farti complimenti per questa fotografia , oltre alla splendida presentazione del luogo si sente un amore per questo fiume ,ho anch'io un fiume vicino ,a qualche de...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    Elis Bolis
    Elis Bolis grazie mille Ivan e Beppe per i bellissimi commenti. Sì Beppe, il "mio" fiume è proprio l'Adda, un luogo che in autunno e in inverno diventa magico, e se riesco a trasmettere un po' dell'emozione che provo sono veramente contenta. Buona settimana Elisgrazie mille Ivan e Beppe per i bellissimi commenti. Sì Beppe, il "mio" fiume è proprio l'Adda, un luogo che in autunno e in inverno diventa magico, e se riesco a trasmettere un po' dell'emo...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 20
    repliche _INVALID_TS_
    marco deriu
    marco deriu ciao Elis, stai diventando sempre più brava nel tuo campo e a noi non ci resta che ammirare dei tuoi scatti, pensavo di venire  a trovarti ma purtroppo il lavoro e un po' la salute per ora mi hanno fatto saltare i piani, bravissima.  ciao Marco
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Ieri, 21:22
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di David Rossini
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Presumo, vista l'altra foto, che questo anziano signore sia un cestaio, un fabbricante di cesti in vimini all'interno della sua vecchia bottega, anche se ad onor del vero sembra più essere una sorta di museo della attività che luogo di attività in corso, ma poco importa, l'idea riusciamo comunque ad averla e ad immaginare l'anziano signore in abiti da lavoro (qui è ripreso in abbigliamento più "dalla festa" che da lavoro.. come si suol  dire dalle mie parti ) intento a realizzare le sue creazioni. Immagino una festa di paese, ma l'importante è mantenere vive queste attività prima che scompaiano, mantenere vivo il loro ricordo, il loro valore etico e la scena ripresa in bn e con cura lo fa egregiamente. Uno scatto che mi piace. complimenti. IvanPresumo, vista l'altra foto, che questo anziano signore sia un cestaio, un fabbricante di cesti in vimini all'interno della sua vecchia bottega, anche se ad onor del vero sembra più essere una sorta d...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    David Rossini
    David Rossini Si tratta della "bottega degli antichi mestieri" che viene aperta in occasione della sagra paesana e dove si può tornare indietro nel tempo x non dimenticare le nostre tradizioni e rivivere momenti fantastici. Grazie Ivan
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 20
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Mario Vani
    Foto 16. Il portfolio è di tipo lineare: c'è un racconto che inizia con la corda, che ritroveremo più avanti ed in quest'ultima. C'è l'acqua che bolle fin dal mattino presto. L'acqua è importante, deve essere tenuta sempre sotto controllo per non farla raffreddare. La fattoria intanto si sveglia lentamente nel gelido inverno con una spolverata di neve caduta durante la notte. C'è un silenzio assoluto per non mettere agitazione al maiale che , se si agita, può anche mordere la persona. Ci si prepara per legarlo e condurlo fuori dove avverrà la mattanza. Intanto aumenta l'angoscia, l'agitazione e la tensione. Inizia la fase più drammatica ed agitata: la pistola viene appoggiata sulla fronte del maiale: parte un colpo, uno solo, e subito dopo partono un paio di coltellate alla gola. Dopo pochi minuti si procede con l'acqua bollente la quale serve per "pelare" il maiale, pe lavargli gli orecchi e per togliere le "scarpette" (le unghie), le quali vanno prima ammorbidite con acqua bollente e poi strappate con un piccolo uncino. Dopo averlo ripulito per bene si issa con l'arco infilato nei tendini delle zampe posteriori e lo si appende in alto a testa in giù. Si procede poi con lo "squarto": utilizzando un coltello affilato si apre la pancia e si svuota degli orgnai. Poi si procede per spezzarlo in varie parti. Con questa ultima foto ringrazio tutti gli amici per la pazienza e l'attenzione. MarioFoto 16. Il portfolio è di tipo lineare: c'è un racconto che inizia con la corda, che ritroveremo più avanti ed in quest'ultima. C'è l'acqua che bolle fin dal mattino presto. L'acqua è importante, deve essere tenuta sempre sotto controllo per non farla raffreddare. La fattoria intanto si sveglia le...Vedi altro
    Maurizio Berni
    Maurizio Berni ...ciao Mario, un'ottima sequenza per un racconto di un lavoro che vorremmo chiamare brutale...ma necessario per noi umani, un girotondo quasi in punta di piedi evitando scene cruente ma dandone segnali smorzati  ben distinguibili, alle prime tonalità fredde dettate anche dalle temperature mattutine e invernali, si susseguono nella loro sequenza scene dove il sangue sia degli esecutori sia del malcapitato comincia a ribollire nelle vene, l'ultima corda che anchessa è un elemento primario ci riporta al termine della Mattanza, un ottimo lavoro dove come sempre hai saputo far scorrere un episodio sotto certi aspetti doloroso con la bravura ed il tatto che ti distingue, un buon week end, Maurizio....ciao Mario, un'ottima sequenza per un racconto di un lavoro che vorremmo chiamare brutale...ma necessario per noi umani, un girotondo quasi in punta di piedi evitando scene cruente ma dandone segna...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Ciao Mario, un racconto coraggioso il tuo, non solo per la situazione che hai per certi aspetti toccato direttamente con mano, ma anche per la singolarità del tema cui questo tipo di pubblico non è certamente abituato, o non conosce per nulla. Personalmente è un evento che conosco bene e che mi riporta agli anni della mia infanzia. Miei vecchi zii paterni, poi mio padre ed il fratello, nei mesi invernali quando il lavoro dei campi era fermo, si trasformavano in norcini, non solo per casa nostra, ma anche per parenti ed amici. Mi ritrovo pienamente nelle parole che scrivi nella presentazione di questo scatto. La sera prima un'aria cupa prendeva gli animi di tutti, il nonno che prima di andare a dormire andava a controllare il maiale per vedere se era tranquillo ed a noi bambini era suggerito di non andarlo a vedere, di non salutarlo, anzi spesso la cosa ci veniva taciuta per non allarmarci. Al mattino venivamo accompagnati a scuola in anticipo proprio per non vedere, per non sentire quei guaiti e quando tornavamo le cose avevano già preso un certo ordine, il sangue era già stato lavato. Con il tempo poi capisci e provi davvero una grossa tristezza che ti prende, ti strugge il cuore. Stranamente poi tutto si trasforma in una sorta di festa quando si avvia la successiva macellazione, la realizzazione dei salumi, la bollitura dei ciccioli con il loro profumo inebriante, fino alla sera in cui ci si trovava tutti a cena dopo aver riposto in una camera (quella degli ospiti) le pertiche con i salami appesi per la stagionatura, il tutto in una sorta di festa attorno alla tavola imbandita. E' vero, i salumi piacciono a tutti noi e per ottenerli occorre passare inevitabilmente attraverso questa attività piuttosto "macabra"... Mio padre e mio zio, pur non facendo più i contadini da tempo, negli anni successivi, hanno ugualmente mantenuto viva questa tradizione, poi limitata alla sola lavorazione delle carni, quasi fino alla loro scomparsa avvenuta una decina di anni fa. Mi sono lasciato andare a ricordi personali, ma il tuo racconto fatto in punta di piedi, senza scadere nel macabro o nel violento, mi ha fatto ricordare questa attività che sta scomparendo per tanti motivi. Hai ancora una volta dimostrato con il tuo occhio e la tua fotocamera di saper raccontare la vita ed i suoi eventi facendoci provare delle emozioni. Complimenti davvero. Ivan      Ciao Mario, un racconto coraggioso il tuo, non solo per la situazione che hai per certi aspetti toccato direttamente con mano, ma anche per la singolarità del tema cui questo tipo di pubblico non è ce...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Giuseppe Soffritti
    In fuga dal tunnel oscuro
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Sensazione di fuga acuita dal mosso della figura e dal grafismo ondulato alla parete che evoca l'idea del movimento, il tutto giustamente ripreso verso l'uscita nel contrasto di luce e buio. Uno scatto che mi piace. Benvenuto sul portale anche da parte mia. Ivan Sensazione di fuga acuita dal mosso della figura e dal grafismo ondulato alla parete che evoca l'idea del movimento, il tutto giustamente ripreso verso l'uscita nel contrasto di luce e buio. Uno scatt...Vedi altro
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    1 Risposta Gennaio 19
    Massimo Fagni
    Massimo Fagni :trophy:
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 20
    1 Risposta Gennaio 20
    Mario Vani
    Mario Vani Ciao Giuseppe, una street ben eseguita con la persona trasmette il senso della fretta mentre abbandona il sottopasso con tanto di graffiti !  Bel b\n. Complimenti per la vetrina.
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 20
    1 Risposta Gennaio 20
    è necessario connettersi per commentare
  • Ivan Catellani
    Ivan Catellani ha commentato la foto di Giacomo Galli
    s.t.
    Ivan Catellani
    Ivan Catellani Viaggio verso l'ignoto. Il rosso acuisce questa sensazione. Ivan
    Piace · Risposta · 0 piace questo · Gennaio 19
    repliche _INVALID_TS_
    è necessario connettersi per commentare
'':
Dissolvenza
Slide
Voti: