Loading...
it

Articoli utenti sul blog

Risultati della ricerca di tag: "falcone e borsellino"
teresa zanetti
Prima di uscire di casa, papà raccolse un vaso in corridoio e mi strizzò l'occhio. Come a dire "Preparati ..."

Infatti zia Nuccia accorse subito: "Dove credete di portare quella creatura?"

Papà rispose serio: "Ci serve una ... piantina per non perderci nel traffico."

Zia Nuccia gli strappò il vaso di mano: "Filate fuori!"

Prendemmo il gippone, come lo chiamiamo noi, cioè il nostro fuoristrada con le ruote grosse, e percorremmo tutto viale della Lebrtà, verso il centro, attraverso il solito traffico di Palermo. Passammo vicino a quella bella confusione di gente che è il mercato della Vucciria e girammo in direzione del porto, dove le strade cominciavano a farsi sempre più strette e le case sempre più brutte. Una di queste viuzze sbucava in una specie di piazza, occupata per gran parte da un prato verde.

Luigi Garlando, Per questo mi chiamo Giovanni, Rizzoli, 2004

teresa zanetti
- Come ti chiami?

- Albanese Francesco.

- E dici che non sei mai stato dentro?

- Mai, vi giuro.

- Si vede che sei stato bravo a non farti prendere.

Il ragazzo sorrise.

- Però non è che ho fatto niente di speciale. Ve l'ho detto, un poco di sigarette, un poco di macchine, di pezzi di ricambio.

- Poi vendi un po' fumo, no?

- Vabbe', qualche pezzettino, che c'è di male? Non è che mo' m'arrestate anche per queste cose che vi sto dicendo?

Il maresciallo si girò a guardare la strada senza rispondere.

Arrivarono negli uffici del nucleo radiomobile e Fenoglio scrisse rapidamente il verbale di arresto. Disse a uno dei due brigadieri intervenuti sul posto di completare gli atti per la procura e per il carcere, e di avvertire il pubblico ministero. Poi si rivolse al ragazzo: - Adesso me ne vado. Ti portano dal giudice già stamattina. Quando parli con il tuo avvocato, digli che vuoi fare il patteggiamento. Avrai la pena sospesa e non dovrai nemmeno passare dal carcere.

Quello lo guardò con gli occhi di un cane grato a cui il padrone ha tolto una spina dalla zammpa.

- Maresciallo, grazie. Se vi serve qualcosa, io me la faccio tra Madonnella e il Petruzzelli, mi potete trovare al Bar del Marinaio. Qualsiasi cosa, a disposizione.

Gianrico Carofiglio, L'estate fredda, Einaudi, 2016