Loading...
it

forse non tutti conoscono... Fulvio Roiter da roberto lanza blog

  Fulvio Roiter
Meolo, 1º novembre 1926 – Venezia, 18 aprile 2016 è stato un fotografo italiano.
Esperto di fotografia in bianco e nero usò anche nel colore dei reportages di viaggi
una personale tecnica che esaltava luoghi e particolari inediti della scena.
Già apprezzato fotografo per aver prodotto diversi libri fotografici di città e regioni del mondo,
salì alla ribalta internazionale per gli scatti sulla sua Venezia da cui trasse il libro Essere Venezia del 1977.

È stato uno dei tre fotografi italiani a cui è stato assegnato nel 1956 il premio internazionale per l'editoria fotografica Nadar.
Proveniente dalla scuola della fotografia neorealista, Roiter
sviluppa e raffina la «forza narrativa e l'occhio poetico» con le sue foto bianco e nero inventando un formato fino ad allora inusuale,
quello rettangolare, in cui colloca personaggi ed oggetti della vita di ogni giorno in un contesto dove vengono rigorosamente privilegiate
«le forme della composizione» con inquadrature calcolate come per esempio la foto di due carabinieri fotografati in una piazza ben squadrata
o le forme di persone in cui viene esaltato il contrasto con il resto dell'immagine.
Contrasto ricercato con colori "accesi" anche per la fotografia a colori,
che all'inizio della sua "conversione" dal B/N fa subito riconoscere il suo nuovo "stile".

Un metodo per il bianco nero quello di Roiter, dove
«l'essenzialità e il rigore del bianco nero prevaleva sul trionfo del colore»,
questa infatti fu la motivazione della giuria che fece vincere al fotografo veneziano il premio internazionale francese Nadar
che premiò il più bel libro nel panorama mondiale della editoria fotografica del 1956,
un libro di foto realizzate esclusivamente in bianco nero rispetto ad altri libri fotografici di altri famosi fotografi che scelsero il colore.


Condividi
Post precedente     
     Prossimo post
     Blog home

Bacheca

Ivan Catellani
Aprile 6
Parlare di Fulvio Roiter occorrerebbero pagine su pagine, un autore che mi ha da sempre affascinato (non a caso l'ho citato nella recensione alla foto di Silvia Pasqual) per le sue immagini in cui rigore della composizione e fantasia nella interpretazione del soggetto sono le caratteristiche prevalenti che creano ammirazione nell'osservatore. Un grandissimo fotografo italiano al quale va tutta la nostra ammirazione. IvanParlare di Fulvio Roiter occorrerebbero pagine su pagine, un autore che mi ha da sempre affascinato (non a caso l'ho citato nella recensione alla foto di Silvia Pasqual) per le sue immagini in cui rig...Vedi altro
è necessario connettersi per commentare

Post

Da roberto lanza
Aggiunto Aprile 6

Tag

Voto

Il tuo voto:
Totale: 5 (1 rates)

Archivi