Loading...
it

BUONANOTTE ... da teresa zanetti blog

Il re, scrive l'Antiquarius, alzò le spalle e, con questo gesto di noncuranza, andò incontro al suo destino, di cui era consapevole, dopo aver ordinato di lavare i suoi cani da caccia due volte la settimana. Sul campo, dice il cronista, quando lo scudiero gli cinse l'elmo, egli sbiancò in volto, e poi si gettò nella mischia. Alcune ore più tardi, durante la rotta, era morto, schiacciato dal suo cavallo che gli era caduto addosso nel pantano di un piccolo ruscello, il Csele. Un Lied dalla Baranya, cantato ancora nel secolo scorso, celebra le more di rovo che coprono il re. Il bottino fatto dai Turchi, annotato scrupolosamente dall'Antuquarius, è un esempio di quella poesia del catalogo di cui è ricca la letteratura barocca, avida di nominare il mondo.

Claudio Magris, Danubio, Garzanti, 1987


Condividi
Post precedente     
     Prossimo post
     Blog home

Bacheca

Non ci sono commenti
è necessario connettersi per commentare

Post

Da teresa zanetti
Aggiunto Gennaio 9

Voto

Il tuo voto:
Totale: (0 rates)

Archivi