Loading...
it

BUONGIORNO! da teresa zanetti blog

Il fallimento rappresenta dunque un problema. Ed è per questo che ci interessa. Nel suo La formazione dello spirito scientifico, Gaston Bachelard dimostra a ragione che "è in forma di ostacoli che bisogna porre il problema della conoscenza scientifica". DI solito, con un ostacolo ci si scontra, è ciò che intralcia l'avanzamento della comprensione. Per Bachelard, al contrario, esso può dimostrarsi un prezioso indicatore dei processi in atto nell'esperienza cognitiva. La conoscenza è "una luce che proietta sempre ombre da qualche parte", ed è percepibili soprattutto grazie a queste. Le ipotesi di Bachelard, largamente confortate dalla psicologia cognitivista o dalle ricerche psicoanalitiche sui lapsus e gli atti mancati, hanno mostrato che esisteva una forma di conoscenza per errore, orientata verso le ombre e gli ostacoli. E' questo il modello epistemolomogico su cui si basa il nostro saggio. Che scommette su quanto segue: è nelle sue ombre, nei suoi scatti errati, nei suoi accidenti e nei suoi lapsus che la fotografia si svela e meglio si lascia analizzare; scommette insomma sull'errore fotografico come strumento cognitivo.

Clément Chéroux, L'errore Fotografico, Einaudi


Condividi
Post precedente     
     Prossimo post
     Blog home

Bacheca

Tommaso Capolupo
Tommaso Capolupo Questo è un tema assai importante, e ogni appassionato di filosofia della scienza, prima o poi deve farci i conti. Come Hume, che con grandissimo coraggio e coerenza, abbandonò il razionalismo, posto che ogni inferenza dal particolare al generale non può avere una valenza scientifica, ma solo empirica. Ma l'esperienza non basta...e qui si apre un mondo. Si pensi inoltre a cos'ha significato per la comunità scientifica il fallimento dell'esperimento di Michelson-Morley. Sono andato fuori tema fotografico, ma mi ha fatto piacere ricordare le discussioni di tanti anni fa. Ciao, TomQuesto è un tema assai importante, e ogni appassionato di filosofia della scienza, prima o poi deve farci i conti. Come Hume, che con grandissimo coraggio e coerenza, abbandonò il razionalismo, posto ...Vedi altro
Piace · Risposta · 0 piace questo · Giugno 11 '17
repliche _INVALID_TS_
è necessario connettersi per commentare